Downloads | Links | Contatti | Mappa sito
Home
Carta dei Suoli
Banca Dati
Pedoclima
Progetti
Pedositi
Progetti > Desertificazione > Atlante Nazionale
Typic Udivitrand on pumices, Mt. Vico

Desertificazione

Progetto "Predisposizione di un Atlante Nazionale delle aree soggette a desertificazione"

 

Il progetto "Predisposizione di un Atlante Nazionale delle aree soggette a desertificazione" si propone di individuare, a scala nazionale, le aree attualmente desertificate e quelle che, per i processi climatici ed antropici in corso, sono maggiormente a rischio di desertificazione. Il risultato sarà una prima approssimazione di una banca dati delle aree desertificate ed a rischio di desertificazione d'Italia. Il finanziamento proviene dal Dipartimento di Difesa del Suolo del Ministero dell'Ambiente e dall' Istituto Sperimentale per lo Studio e la Difesa del Suolo.

Le aree sono qualificate per tipologia di processo di desertificazione e per presenza di condizioni mitigatrici o aggravanti del processo. La scala della cartografia topografica di riferimento è 1:100.000. Quando possibile, per le zone desertificate, sono individuate anche aree non cartografabili a questa scala. I processi di desertificazione considerati sono: erosione del suolo, urbanizzazione e salinizzazione. 

Per raggiungere questi risultati si cercano le evidenze della realtà fattuale che testimoniano dell'avvenuta desertificazione o dei processi che possono portare ad una più o meno imminente degradazione irreversibile. Questo approccio differisce da quello utilizzato in altri progetti, come ad esempio MEDALUS, dove il modello di valutazione prevede categorie di indicatori parametrizzati che combinati con somme pesate danno un valore misura del degrado.

La risposta del suolo alle pressioni climatiche e antropiche è analizzata a partire dalle osservazioni pedologiche contenute nella Banca Dati Nazionale dei Suoli e dal Sistema Informativo sul Pedoclima.

L'attività del progetto è realizzata dai ricercatori dell'Istituto Sperimentale per lo Studio e la Difesa del Suolo ISSDS (E. Costantini, F. Urbano, R. Napoli, G. L'Abate), dai ricercatori dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria INEA, da professionisti a contratto, da esperti pedologi della Regione Siciliana, della Regione Calabria e della Regione Sardegna e con la collaborazione del Dipartimento di Difesa del Suolo del Ministero dell'Ambiente

Il ruolo del CNCP è analizzare l'elemento suolo e coordinare l'intero progetto. Il progetto è in corso e se prevede la fine per Luglio 2004.

Una prima fase di avanzamento dei lavori è stata presentata a Tokio a Febbraio 2004 , e pubblicata come "Mapping the state and risk of desertification in Italy by means of remote sensing, soil gis and the EPIC model. Methodology validation in the Sardinia island, Italy" (2004;  Costantini E. A., Bocci M., L’Abate G., Fais A., Leone G., Loj G., Magini S., Napoli R., Nino P., Paolanti M., Tascone F., Urbano F.).